Skip to content

LE VIGNE Barolo 2010

 

Note di degustazione

Le Vigne ha avuto un anno di straordinario successo nel 2010, con l’arrivo e l’introduzione per la prima volta del vigneto Baudana a Serralunga d’Alba, che ha apportato una sconfinata potenza all’usuale suo assemblaggio.

 

Il profumo di questo vino è incredibilmente complesso e stratificato, con mescolanza di frutti neri, vari fiori scuri, spezie, note di legno e gariga costiera, funghi e catrame.

 

Il sapore è inizialmente chiuso e verticale. E’ poi solo nel bicchiere, con pazienza, che emergono i frutti e i fiori più svariati avvolti da un tannino dolce, quasi setoso.

Il finale sembra non finire mai, srotolandosi all'infinito.

 

Luciano considera questo particolare vino come tra i suoi risultati migliori ottenuti.

 

 

Punteggi per l´annata 2010

Wine Advocate 96 points

Stephen Tanzer 94 points                                                                                                

James Suckling 96 points

Vinous 100 points

Wine Enthusiast 97

Wine Spectator: 94 points

Falstaff 98 Punkte

Gambero Rosso 2 bicchieri

Vini Buoni d'Italia 4 stelle

I Vini di Veronelli 3 stelle / 95 points

 

Download scheda

 

 

Andamento dell'annata 2010

L’annata si è aperta con significative precipitazioni di neve e pioggia nei mesi invernali, colmando le riserve idriche. La primavera è arrivata a sprazzi, con periodi alterni di umidità e siccità. La germinazione è avvenuta in maniera irregolare a seconda dell'esposizione e dell'altitudine dei singoli appezzamenti. Successivamente, ma prima della fioritura avvenuta nei tempi, si è poi avuto un leggero aumento delle temperature.

 

La stagione è poi proseguita con andamenti meteorologici considerati "normali" in base agli standard storici, ma "freddi" se paragonati a esperienze più recenti. Durante il ciclo vegetativo lungo e lento le viti non hanno mai sofferto il calore eccessivo. A parte una settimana di caldo moderato al momento dell'invaiatura a inizio agosto, le temperature non hanno mai superato la media storica di un anno cosiddetto "classico".

 

Nel 2010 è stato essenziale personalizzare la gestione di ogni singola vite con un’attenta operazione di diradamento e una sfogliatura. La zona del Barolo ha prodotto dei Nebbioli spettacolari, con vini di grande struttura e delicatezza.

 

Il 2010 può essere considerato un’annata singolare per la sua grazia e la sua potenzialità di invecchiamento.

 

Le operazioni di vendemmia si sono svolte dal 7 al 25 Ottobre.

 

Annata

 

sibi et paucis

powered by webEdition CMS