Skip to content

VITE TALIN Barolo 2014

 

La vite | poche foglie ma molto frastagliate, ruvide e spesse. La pianta meno vigorosa e, nel complesso, più contenuta, sia nell’aspetto, sia come produzione.

 

L’uva | di dimensioni ridotte, i grappoli, assai pruinosi, più piccoli così come gli acini. Il colore è molto intenso.

 

Vite Talin 2014 conferma tutte le caratteristiche. Queste, oltre ad essere tratto distintivo e riconoscibile, hanno consentito alla pianta, classificabile come rustica, di essere più resistente sia alle malattie, sia alle avversità climatiche.

 

La stagione vegetativa 2014, iniziata a marzo, è stata accompagnata da continue piogge e qualche grandinata. Abbiamo quindi scelto di agire preventivamente: i diradamenti sono stati fatti anticipando i tempi tradizionali e in tre momenti distinti assicurando alla pianta l’adeguato carico di uva. Il nostro obiettivo è stato infatti la ricerca del perfetto equilibrio tra la quantità di frutti e la salubrità dei loro acini. Contestualmente, abbiamo deciso di intervenire, sempre nel rispetto della vite, sulla ”fascia grappolo”: questa parte è stata alleggerita dalle foglie in eccesso affinchè l’uva fosse più esposta al sole, alla luce e all’aria. Un lavoro possibile grazie alle competenze manuali, artigiane ma anche alla ratio del viticoltore che deve sapere scegliere il meglio per la propria pianta, anche ed in relazione al clima. Questo, insieme alla fisiologia di Vite Talin, i cui grappoli sono spargoli e gli acini dalla buccia più spessa, ha azzerato l’eventuale rischio di muffe o marciumi. Solo a settembre il clima è migliorato, con una buona escursione termica e quindi con le condizioni perfette per la maturazione e poi per la raccolta.

 

Vite Talin 2014, ancora una volta, ha presentato un’uva in grado di risplendere più intensamente del territorio. In vigna, stagione dopo stagione, ha saputo distinguersi: il suo carattere e la sua caparbietà hanno permesso alla vite di sostenere tutta la produzione. Preso atto delle buone condizioni climatiche perdurate per tutto il mese di ottobre e del buono stato di salute dell’uva, la vendemmia si è svolta il 18 ottobre, senza anticipare i tempi, raggiungendo così la perfetta maturazione e i giusti equilibri all’interno dell’acino per un vino riconoscibile in complessità.

 

Punteggi per l´annata 2014

Wine Advocate 96 points 

Vinous 98 points
Wine Enthusiast 99 points

Falstaff 99 points 
AIS 4 viti 

 

Download scheda

 

 

Il vino dal colore violaceo ma sempre vivo come il rubino, profondo. Al naso esprime la sua complessità aromatica, assecondando ogni giro di bicchiere. Sprigiona aromi e sentori di frutti neri, ciliegie scure e mature e radice di liquirizia, il tutto accompagnato da sottili note di legno e vaniglia, per un bouquet, nella totalità, delicato. Al palato, i tannini sono, attualmente, in prima linea. L’acidità è ben equilibrata e la persistenza del finale estremamente lunga. Una struttura, nel complesso, già matura ma armoniosa, capace, fin da subito, a solleticare i sensi con un trillo vibrante ed una personalità distinta. Un vino destinato, naturalmente, ad evolvere. La piena maturità sarà infatti raggiunta nel corso di un paio di decenni. Vite Talin 2014 offre leggerezza ma potenza. Ogni calice porta con sé un senso di atemporalità: sia in cantina, sia nel bicchiere.

 

Un vino che durerà per sempre.

 

 

 

Annata

powered by webEdition CMS